Gatti Siberiani

Allevamento Amatoriale

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Igiene e pulizia

 

Il gatto dedica buona parte del tempo alla propria pulizia: si lecca, si mordicchia il pelo, si liscia la pelliccia, cerca di sciogliere i nodi che si sono formati sul mantello. Sono tutte pratiche igieniche che, sono eseguite più volte in un giorno, e sono sufficienti a garantirgli un’igiene adeguata, ma un’igiene più accurata richiede particolari attenzioni da parte del padrone.

Il mantello è molto fitto, e può essere sicuro rifugio di polvere, terra, sostanze inquinanti e fastidiosi parassiti. È quindi importante eliminare, con l’aiuto di apposite spazzole o pettinine, i nodi e i peli morti dal mantello del micio. La spazzolatura, infatti, contribuisce al suo benessere: stimola la secrezione di sebo che garantisce una buona impermeabilità al mantello, e svolge persino un’azione tonificante, migliorando la circolazione nei tessuti cutanei.

Inoltre eviterà al gatto che si dedica alla pulizia del pelo di ingerirne una quantità eccessiva. Non sono rari i casi in cui si possono formare nello stomaco del nostro gatto delle fastidiose palle di pelo (bolo) che, se non rigurgitate, rischiano di creare danni anche molto seri alla sua salute. Le razze a pelo lungo e semi-lungo sono quelle più predisposte a questo tipo di problemi.

La cura quotidiana del mantello permetterà al proprietario di individuare la presenza dei parassiti e provvedere alla loro eliminazione con adeguati antiparassitari.

IGIENE DEGLI OCCHI:IMG_1090

Gli occhi del gatto devono essere sempre ben puliti. Una lacrimazione eccessiva, arrossamenti e irritazioni sono campanelli d’allarme. L’operazione di pulizia degli occhi è molto semplice: per eliminare le impurità, basta passarvi sopra con un batuffolo o un dischetto di cotone idrofilo imbevuto d’acqua bollita, di camomilla o di soluzione fisiologica. In caso di lacrimazione eccessiva, arrossamenti e irritazione è il caso di rivolgersi al più presto ad un Veterinario.

 

Igiene delle orecchie:bimg_0805

Le orecchie, invece, non richiedono un’igiene quotidiana: basta pulirle una o due volte a settimana. La pulizia va effettuata solo al padiglione auricolare con una garza imbevuta di acqua tiepida bollita e senza andare in profodità, l’utilizzo del Cotton Fioc è vivamente sconsigliato. Detergere la punta delle orecchie e la piega che si trova sul lato esterno del padiglione, dove è facile che si nasconda dello sporco, è sufficiente a garantirgli una perfetta igiene.

Una pulizia più profonda và effettuata unicamente quando si accerti la presenza di accumuli giallastri o brunastri nel padiglione auricolare. Un’operazione delicatissima, da far fare al nostro Veterinario.

 

Continua...

banca sangue

Affiliati zooplus

Contatti Messanger

Come si utilizza il codice?
Tramite l’app Messenger del tuo smartphone punta la fotocamera verso il codice per effettuarne la scansione: verrà avviata una conversazione (chat) su Messenger.

mess sito

Area Riservata

"Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'impostazione dei cookies."